OLIO ESSENZIALE DI PINO PUMILIO (08.08) 1

 

Il pino mugo, appartenente alla famiglia delle pinaceae, originario della regioni montuose dell’Europa centro meridionale, è conosciuto anche come Pino delle Alpi o Pino Pumilio. Il suo olio essenziale si ottiene per distillazione in corrente di vapore degli aghi e dei rami. È incolore, trasparente dal profumo balsamico e sottotono speziato.

Da sempre il pino è considerato simbolo di virilità e albero della vita, tanto che nella mitologia greca, il pino, altri non è che Attis, il servitore eunuco che guida il carro della dea Cibele e trasformato da Zeus in quest’albero in onore del suo sacrificio.
 Secondo il mito, infatti, Attis, compagno di caccia e amante di Agdistis, demone bisessuale nato dall’unione di Zeus e Cibele, ebbe in sposa la figlia del re di Pessinunte ma subì la vendetta del suo amante demoniaco. Impazzi, fuggi sulle montagne e si recise i genitali sotto un pino.

Anticamente, gli aghi di pino venivano utilizzati dagli Indiani d’America per riempire i materassi allo scopo di tenere lontane pulci e insetti.

OLIO ESSENZIALE DI PINO PUMILIO (08.08) 2

Il pino è notoriamente antisettico, antivirale, antibatterico, ha proprietà balsamiche e deodoranti. In particolare il pino pumilio è notevolmente più ricco di principi attivi rispetto al pino silvestre. Per uso topico, è di aiuto in caso di dermatiti, affezioni cutanee, gengiviti. Ma dove trova il suo miglior impiego è rispetto alle problematiche di reumatismi e artriti poiché riscalda le ossa e scioglie le infiammazioni muscolari, aiuta ad eliminare l’umidità dalle articolazioni. Inoltre ha un azione antimicrobica rispetto ad alcuni funghi e parassiti intestinali

Il suo profumo balsamico è ottimo in sauna ma anche per diffusione ambientale, porta infatti l’aroma del bosco direttamente a casa.

Rilassa anima e corpo dopo una giornata lavorativa di stress ed aiuta a sopportare meglio le giornate grigie e fredde.

Sostiene in caso di stanchezza psichica e dona serenità e tranquillità.

L’olio essenziale di pino pumilio, utilizzato nei diffusori, grazie al suo aroma fresco e balsamico aiuta a purificare l’aria degli ambienti, contrastando la propagazione di virus e batteri.

(In base alla grandezza dell’ambiente da 4 a 8 gocce nel diffusore, umidificatore o vaschetta termosifone).

Inalato tramite suffumigi,  fluidifica il catarro facilitandone l’eliminazione. Viene perciò utilizzato in caso di raffreddore, sinusite, influenza, tosse, laringite, bronchiti acute e croniche e nelle sindromi da raffreddamento.

( 2/3 gocce nell’acqua del diffusore).

 Antisettico delle vie urinarie: l’olio essenziale di pino pumilio agisce come antinfiammatorio delle vie urogenitali, dimostrandosi efficace nei casi di cistiti ed alterazioni urogenitali.

( Ogni 100ml di detergente intimo aggiungere 8 gocce di olio essenziale).

Uso interno: 2 gocce di olio essenziale di pino in un cucchiaino di miele, 3 volte al giorno dopo i pasti principali, contro ritenzione idrica, infezioni delle vie urinarie e reumatismi.

Diluito nel bagno caldo (da 7 a 15 gocce in base alla grandezza della vasca) o nella doccia (ogni 100ml di bagnoschiuma neutro,  8 gocce di olio essenziale) consente un piacevole effetto balsamico, tonico e rilassante.

Nel pediluvio purifica, deodora e tonifica la pelle dei piedi (5 gocce nell’acqua del pediluvio).

Massaggiato sul corpo trova impiego per combattere dolori articolari e reumatismi; l’olio di pino pumilio,  addizionato nell’olio da massaggio (09.01) o nella crema da massaggio (09.02),  costituisce un composto profumatissimo e benefico in grado di alleviare contratture, distorsioni, affaticamenti muscolari e contusioni. Come tutti gli oli balsamici è attivo sul sistema circolatorio, lo riattiva dando immediata sensazione di freschezza e tonicità.

L’olio essenziale di pino pumilio è controindicato in gravidanza e a dosi elevate può irritare le mucose.
 Applicato per via esterna ad alte concentrazioni può dare luogo ad effetti di sensibilizzazione. Si consiglia di evitarne l’uso esterno qualora siano presenti delle irritazioni cutanee. Come tutti gli oli essenziali, le quantità da utilizzarsi sono minime e richiedono sempre cautela per la grande potenza intrinseca nella purezza del prodotto stesso.